Uomo

Uomo

31 marzo 2018

QUELLE DOMANDE









































Ho messo su della musica stasera
già dalle prime note
e dall'inflessione della voce che canta
non importa di chi sia
se di qualcuno bravo o stonato
quello che conta
è quell'emozione che mi prende
mentre distendo le mani sulla scrivania sulla quale sto
giusto per fare qualcosa che mi tenda,
che occupi i miei muscoli in qualcosa
perché alcuni di essi si stanno lasciando andare
in qualcosa di difficilmente controllabile
e che non permetterò
mentre comunque gli occhi diventano lucidi.
chissà perché...
è quello che mi chiedo da alcuni anni,
domanda alla quale ancora non sono riuscito
a dare una risposta che soddisfi ciò che è dentro me,
ascolto le parole che saggio,
una ad una
contandole, soppesandole, valutandole
e mi chiedo ancora
perché loro esistono,
sarebbe stato meglio non udirle
che non fossero esistite
che non fossero mai state immaginate